Metos OY ABProgetti
Un bis straordinario per il Conservatorium Hotel

Il Gruppo Ali firma le cucine del più lussuoso hotel di Amsterdam: il Conservatorium. Un mix sofisticato di architettura olandese e design italiano contemporaneo, che proietta nel futuro l’arte dell’ospitalità

Fin dalla sua apertura nell’estate 2012, il Conservatorium Hotel è la meta preferita di viaggiatori esigenti, amanti del design e di tutti coloro che cercano il calore di casa quando sono fuori casa.

Creato nell’edificio che ospitava il conservatorio di musica di Amsterdam, l’hotel si trova nel cuore della città, a due passi dai principali musei e pericolosamente vicino alle vie dello shopping.
Piero Lissoni, architetto e designer di fama mondiale, ha curato il progetto di rinnovamento e restyling. La spettacolare hall in vetro, le scale in ferro che collegano il nuovo edificio a quello antico e le stanze rivelano la sua inconfondibile impronta.
Il ristorante è gestito dal più celebre chef di Amsterdam: Schilo van Coevorden, che prepara i suoi piatti nella cucina a vista, sotto gli occhi curiosi degli ospiti.

Cinque cucine indipendenti

Le cucine sono state realizzate da Metos Olanda, società di contract del Gruppo Ali, su disegno di Garreth Sefton di SeftonHornWinch (www.shw-ckrc.com).
Metos ha saputo comprendere le esigenze dell’hotel in termini di efficienza, flusso del lavoro, flessibilità, numero di coperti, proponendo soluzioni innovative che vanno oltre i semplici prodotti.
Sono state realizzate 5 cucine indipendenti che soddisfano completamente i desideri culinari degli ospiti: una per la brasserie, una per il ristorante di Schilo, una per gli eventi speciali, una per il servizio in camera e infine il laboratorio di pasticceria.

Metos Olanda è stata selezionata da The Set, una nuova collezione di hotel di lusso nelle principali capitali europee, tra cui il Caffè Royal a Londra e Hotel Lutetia a Parigi.

www.metos.nl

Share: