CarpigianiGELATERIA & BARGELATERIA & BAR
COLTIVARE L’ECCELLENZA, OGNI GIORNO

Il progetto “Diploma in Carpigiani” vince il premio AIDP per le “buone pratiche HR”

Carpigiani, azienda leader nel mondo delle macchine per il gelato artigianale, ha vinto l’edizione 2014 del premio “buone pratiche HR” grazie al progetto “Diploma in Carpigiani”. L’iniziativa, promossa da AIDP, l’associazione italiana per la direzione del personale, premia le best practices HR, le storie e i risultati delle aziende italiane che fanno dell’impegno sostenibile un elemento di competitività e un criterio guida nella definizione delle strategie aziendali.

Il progetto permette ai lavoratori non diplomati di conseguire il Diploma di Perito Meccanico  Meccatronico frequentando un corso serale gratuito nello stesso ambiente di lavoro per integrare più facilmente le attività scolastiche con la formazione professionale aziendale. Il diploma si consegue frequentando un corso serale della durata di 2 anni scolastici con 28 ore di frequenza settimanale. Le lezioni si tengono dal lunedì al venerdì in azienda e il sabato mattina a scuola.

“Ho sviluppato l’idea di questa iniziativa dopo un processo di riorganizzazione aziendale che ha visto lo spostamento di alcune produzioni in Spagna e la conseguente ricollocazione di una parte del personale assunto in Italia”, afferma il dott. Roberto Morisi, direttore Risorse Umane Carpigiani. “Questa esperienza mi ha confermato che a prescindere dall’età, un basso livello di istruzione ostacola la mobilità professionale e chiude molte porte sul mercato del lavoro. L’impegno nello studio, oltre a consentire l’acquisizione di nuove competenze,  rafforza la capacità di apprendimento che è fondamentale in contesti dove occorre ogni giorno dinamicità e flessibilità”.

Il programma è stato votato da una giuria qualificata composta da più di 500 manager HR, che hanno scelto il progetto Carpigiani tra altri 36 per la singolarità e ripetibilità da parte di qualsiasi  impresa italiana di medio-grandi dimensioni.

L’obiettivo di “Diploma in Carpigiani” è che entro pochi anni tutti i dipendenti Carpigiani siano diplomati.
È importante per un’azienda investire nella crescita e nello sviluppo delle competenze professionali dei propri collaboratori. Per aumentare margini e profitto occorre avere una squadra motivata e specializzata. L’eccellenza va coltivata.

Il progetto introduce nuove forme di partecipazione delle persone all’interno dell’azienda e dimostra come, con lungimiranza, si può perseguire la redditività del proprio business attraverso un rapporto corretto con tutti gli stakeholders, a cominciare dai propri collaboratori.
“La reazione dei dipendenti coinvolti è stata molto positiva con un ottimo ritorno sul clima aziendale grazie al miglioramento del livello di integrazione e coinvolgimento. Sia i dipendenti che le rappresentanze sindacali hanno sostenuto l’iniziativa”, continua Morisi.

Il progetto è stato reso possibile grazie all’impegno dell’Istituto Tecnico Industriale Statale Ettore Majorana di San Lazzaro di Savena (Bologna) ed è stato supportato dalla Fondazione Bruto e Poerio Carpigiani, dalla Fondazione Alma Mater (Università di Bologna) e da Adecco Training.

“Abbiamo deciso di continuare a sviluppare questo programma includendo anche alcuni studenti esterni all’azienda. Insieme ad alcune scuole superiori bolognesi e all’Università di Bologna, Carpigiani sta cercando di costruire un “Polo educativo del Gelato” per la formazione di tre profili professionali: il Perito Frigorista Elettronico (il “Frigotronico”), lo Store Manager di gelateria e il Tecnologo Alimentare del settore gelato. Si tratta di programmi formativi pensati per indirizzare i giovani verso aree professionali ormai molto richieste sia in Italia che all’estero”, conclude Morisi.

www.carpigiani.com

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share: