RendiskProgetti
WESTFIELD, IL PARADISO DELLO SHOPPING

Grazie alle innovative soluzioni Rendisk, il centro commerciale riduce il volume dei rifiuti organici dell’80%

Meta per eccellenza dello shopping londinese, il centro commerciale Westfield ospita più di 300 negozi in ben 150.000 metri quadrati progettati nei minimi dettagli.

IL BRIEF – RISTORAZIONE NON STOP
Ogni anno oltre 27 milioni di clienti visitano Westfield. Tra tutti i negozi, non si può non fermarsi al “The Village”, tappa d’obbligo grazie ai 40 brand esclusivi tra cui Burberry, Louis Vuitton, Tiffany Co.

Molto più di un centro commerciale, Westfield offre ben 60 punti di ristoro, che spaziano da locali per uno spuntino veloce o un pranzo leggero, sino a ristoranti di alto livello. Una gestione complessa che richiede un’attenta organizzazione.
Nell’intero centro commerciale, che si estende su una superficie pari a 30 campi di calcio, ogni anno vengono prodotte 398 tonnellate di rifiuti alimentari. Per questo, è necessario trovare un modo efficace e veloce per eliminare i rifiuti.

IL PROGETTO – RIFIUTI IGIENIZZATI
Gestire in modo responsabile e igienico i rifiuti alimentari è una vera e propria sfida logistica per gli operatori. Trasportare internamente i rifiuti è difficile, costoso e antigienico a causa dell’alto rischio di contaminazioni. Per evitare di sostenere spese sempre più onerose, gli operatori chiedono soluzioni per gestire i rifiuti alimentari in modo economico e socialmente responsabile.

Le soluzioni proposte da Rendisk, azienda specializzata in soluzioni per la gestione e il trattamento dei rifiuti, hanno entusiasmato Westfield.
Il centro commerciale ha scelto l’esperienza e l’affidabilità di Rendisk per gestire i rifiuti delle sue cucine, alle prese con circa 10.000 coperti al giorno. Nel centro commerciale è stata installata Flex WasteDispo, l’innovativa soluzione che evita la separazione manuale dei rifiuti organici, trasportando il cibo residuo direttamente dal piatto alla postazione dedicata.

Attraverso tubi di plastica di 50mm, i rifiuti sono condotti verso l’area di stoccaggio, che si trova a 200 metri di distanza dal retrocucina di Westfield. Qui, i rifiuti vengono trattati con una particolare tecnica centrifuga che ne riduce il volume sino all'80%. Così, il composto secco prodotto è pronto per lo smaltimento.
La separazione manuale dei rifiuti non più necessaria riduce i costi del personale e i rischi di contaminazione, evitando i margini di errore umano. L’area in cui vengono trattati i rifiuti, dove l’operatore ripulisce i piatti vuoti, occupa solo 1mq ed è perfetta per le cucine con spazi ridotti.

Flex WasteDispo è una scelta responsabile perché permette non solo di risparmiare sui costi, ma anche di ridurre al minimo le emissioni di CO2.

I RISULTATI – PIÙ EFFICIENZA
“Siamo decisamente soddisfatti dei risultati. Flex WasteDispo ha migliorato le operazioni nei retrocucina e ha ridotto la contaminazione dei rifiuti migliorando l’igiene”, ha commentato Shaun Turnbull, Facilities Manager di Westfield.

www.rendisk.com

Share: